Tag Archives: ricette della tradizione

La crostata ai lamponi

Ci sono giornate frenetiche in cui 24 ore sembrano poche per portare a termini tutti gli impegni e poi, ci sono le domeniche. Quelle domeniche in cui la parola d’ordine è lentezza, quelle in cui ci si rigenera pensando solo a noi stessi, concentrandosi solo su ciò che  ci va di fare senza costrizioni , senza l’ orologio a scandire il tempo, senza telefono a disturbare la quiete. Quelle mattine in cui la colazione si consuma a letto, con la brezza leggera che filtra dalle finestre e la luce fresca del mattino che inonda la stanza.

Una fetta di crostata , una tazza di caffè, un fiore fresco e  la domenica inizia così …lentamente.

Vi lascio la ricetta per questa frolla veloce e super facile che sono certa, vi conquisterà.

Ingredienti  per uno stampo da cm 20

200 gr di farina 00

100 gr di zucchero

100 gr di burro di ottima qualità freddo di frigo

2 tuorli

buccia di limone o arancia

200 gr marmellata di lamponi ( o il vostro gusto preferito )

PREPARAZIONE

  1. Disporre a fontana farina e zucchero mescolati. Formare un pozzetto al centro e aggiungere i tuorli, la buccia di limone  e il burro a pezzetti. Amalgamare gli ingredienti quanto basta perchè si leghino. Formare una palla, coprirla con la pellicola trasparente e riporla in frigorifero per circa 30 minuti.
  2. Imburrare  infarinare lo stampo. Accendere il forno a 180°. Prendere 2/3 della pasta. Stenderla nello stampo creando un guscio piuttosto basso. Bucherellare con la forchetta.
  3. Aggiungere la marmellata.
  4. Con la restante frolla ed il mattarello preparare delle striscioline per formare la grata.  ( a volte preparo la crostata saltando questa operazione. La marmellata in cottura risulta più asciutta  ma è comunque molto buona )
  5. Cuocere in forno caldo per circa 25 / 30 minuti. La cottura varia molto dal tipo di forno. Quando la crosta laterale diventa dorata potete già toglierla dal forno.
  6. Raffreddare su una grata prima di sformare.

Questa crostata è ottima sia consumata  subito che nei giorni successivi (   si conserva per diversi giorni  ma solo se la nascondete in un posto sicuro perchè una volta assaggiata finirà subito)

XOXOXO

 


Lo sformato contadino : la tradizione svela nuova prospettive

 

Ho deciso di partecipare ad un contest culinario decisamente particolare:

NEW COMFORT FOOD – La Tradizione svela nuove prospettive

Il contest prevede la preparazione di un piatto per il pranzo domenicale in famiglia, in cui ritrovare quei sapori che ci riportano alla nostra infanzia e che ci scaldano il cuore. Si tratta di riprendere in mano il ricettario di mamma o nonna, per preparare quella pietanza di cui eravamo tanto golosi, donandole al contempo un tocco personale e innovativo.

Il piatto  deve essere preparato “come si faceva una volta”:

–   Senza alcun tipo di prodotto industrializzato e/o confezionato.

–   Senza sprechi

–   Senza gravare sulle “spese di casa”. Trattandosi di un pranzo in famiglia,  il budget totale massimo concesso è di 10€ per una coppia  e di 15 € per 3/4 persone.

 Ho attinto al ricettario di mia suocera per preparare una ricetta di cui mio marito va ghiotto e che gli ricorda la sua infanzia : “Lo sformato contadino”.

In effetti il nome del piatto me lo sono inventata per l’occasione in quanto  nel periodo bellico e post bellico – da cui mia suocera ha attinto il ricordo – lo si menzionava elencandone semplicemente gli ingredienti “latte, patate, polenta, cipolle”.

Il periodo storico è quindi quello della II guerra mondiale e l’ambientazione è Dorio, piccolo paesino nell’alto lago di Como racchiuso tra le montagne ed il lago dove mia suocera era “sfollata”.

IMG_1843

Periodi duri, terra dura dove ogni ingrediente che la terra donava era un bene prezioso da non sciupare ed ogni eventuale e raro  avanzo un’occasione per “inventarsi” il pranzo o la cena del giorno seguente.

 

La ricetta che vi presento ….

cock-a-doodle-dooo lo sformato contadino 2

 è un piatto decisamente povero ma gustoso e nutriente, non richiede nessuna competenza tecnica, basta solo ricordarsi di mettere tanto amore nella preparazione, la stessa che le nostre nonne e mamme da sempre aggiungono alle nostre pietanze.

Ingredienti  ( dosi per 4 persone)

400 gr di patate lessate al momento o del giorno prima

300 gr di cipolle ( quelle che avete in casa )

500 gr di polenta fredda avanzata dal giorno prima

30 gr di burro del contadino

Latte intero quanto basta

Sale e pepe

Procedimento :

  1. Tagliare a listarelle le cipolle e passarle in padella con il burro. Lasciare cuocere bene per almeno 5 minuti aggiungendo un goccio li latte per evitare che le cipolle si brucino.
  2. Aggiungere le patate schiacciate o fatte a tocchetti e la polenta a pezzetti. Regolare di sale e pepe. Miscelare bene e lasciare cuocere mescolando di tanto in tanto per almeno 20 minuti o fino a quando il composto comincerà ad asciugarsi.
  3. A questo punto lasciate che formi una piccola pellicola croccante. Girate sull’altro lato e ripetere l’operazione.

Servire  ben caldo.

Con questa ricetta partecipo al contest Foodbloggest di Esperienze Gustose, la manifestazione dedicata alla cucina, in programma dal 6 all’8 maggio a Villa La Mattarana a Verona”.

banner per foodblogger

#foodbloggest

#esperienzegustose

XOXOXO